Translate

mercoledì 8 giugno 2016

Alice attraverso lo specchio


Non so quanti di voi siano stati al cinema nelle ultime settimane e quanti di voi abbiano scelto di vedere questo piccolo grande capolavoro, naturalmente targato Disney.
Avevo letto diversi articoli in proposito e diverse recensioni, ma vi posso assicurare che nessuno ha reso giustizia a questo meraviglioso film.
La fantasia si unisce al'immaginazione, quello che riteniamo impossibile prende vita sotto i nostri occhi catapultandoti in un mondo straordinario, il mondo di un classico della letteratura, frutto di una mente eccelsa come quella di Lewis Carroll. 
Non tutti conoscono questo autore, forse siamo portati ad associare il personaggio della bambina sognatrice a un colosso del cinema internazionale, chi di noi non ha visto il cartoon Disney?
Eppure questo personaggio prende vita nella mente di un eccelso matematico e scrittore inglese Charles Lutwidge Dodgson, che lo registra sotto lo pseudonimo di Lewis Carroll.
Ricco di metafore e di allusioni, Carroll in Alice nasconde il cammino evolutivo di ognuno di noi, una storia straordinaria che racchiude un significato profondo. L'idea è quella di invitare ogni suo lettore a vivere cercando di conservare l'innocenza che si ha da bambini, per affrontare il mondo e le difficoltà in modo più sereno.
Ho visto il film in 2D, perché il cinema in cui sono stata non aveva il 3D (che assolutamente consiglio, se avete l'opportunità di scegliere), ma posso assicurarvi che anche in questa versione è stupefacente, riempie il cuore di emozioni e ti trascina all'interno di un mondo meraviglioso, dove sognare sarà una cosa naturale.
La sala era gremita e al termine nessuno si è alzato per lasciare la propria poltrona, tutti aspettavamo magari un piccolo cammeo che potesse farci sperare in una prossima continuazione.
Nei panni dei protagonisti dei talentuosi attori: dalla fanciulla dall'aria innocente come Mia Wasikowska all'eterea Anne Hathaway, dall'incredibile Helena Bonham Carter al trasformista Johnny Depp, dal temerario Sacha Baron Cohen all'intramontabile Alan Rickman.
Un cast eccezionale, un regista particolarmente portato per il genere fantasy come James Bobin, un produttore visionario come l'unico e inimitabile Tim Burton...
Che dirvi di più? 
Se non siete ancora andati a vedere questo grande successo cinematografico, correte o sarà troppo tardi... vi ricordo che è nelle sale italiane dal 25 maggio, non potete rischiare di perderlo!!!
Buona visione a tutti...